Legno: una risorsa, mille impieghi

Legno
Pubblicazione: 12 marzo 2018
Oltre a svolgere da sempre un ruolo cruciale nella conservazione della biodiversità e nell’equilibrio degli ecosistemi, il legno fornisce energia e biomateriali utilizzabili in edilizia, chimica,industria tessile. Il tutto in sostituzione di prodotti di origine fossile.

Oggi – spiega il direttore dell’European Forest Insitute Marc Palahí, in un’intervista concessa a "Materia Rinnovabile" – le foreste rappresentano la più importante infrastruttura biologica del pianeta: assorbono anidride carbonica, offrono ossigeno,svolgono un ruolo cruciale nella formazione delle piogge ed hanno effetti positivi su acqua, suolo e biodiversità. Inoltre svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo dell’economia circolare, perché sono la principale fonte di risorse biologiche rinnovabili non alimentari. Risorse che possono essere trasformatein materiali diversi e dai quali si possono ottenere prodotti di base in grado di sostituire quelli ambientalmente superati di origine fossile (plastiche, sostanze chimiche ecc).

Tuttavia – dice ancora il direttore dell’EFI (www.efi.int/portal) – il legno sarà una “fonte di energia transitoria”, in attesa che, a lungo termine, "il settore energetico possa essere completamente decarbonizzato". Il ruolo delle foreste nell’economia futura sarà piuttosto quello di "sostituire alcuni materiali". Un settore chiave di impiego sarà l’edilizia. Oggi gli edifici in legno rappresentano il 10% del mercato europeo, ma la tecnologia sta progredendo rapidamente. Costruire con il legno – spiega ancora Palahí – è "positivo per il clima perché si sequestra CO2 dall’atmosfera. Inoltre utilizzando il legno al posto di calcestruzzo e acciaio si riduce (del 50%) l’impronta di carbonio di un edificio".