La rivincita della legna

Cippato destinato alle centrali termiche per il teleriscaldamento
Pubblicazione: 22 dicembre 2020
Non c'è solo il fuoco del caminetto, così apprezzato durante le festività di fine anno. La legna come fonte di energia, su un piano più generale, ha ormai un peso di tutto rispetto in Svizzera: copre, infatti, già il 10% dei fabbisogni legato al riscaldamento.

La legna, fra l'uso negli impianti domestici e nelle centrali di teleriscaldamento, viene riscoperta e attira interesse proprio in relazione alle sue caratteristiche: una fonte rinnovabile, neutra dal punto di vista delle emissioni di CO2 e di cui la Svizzera è certamente ricca, se consideriamo la rilevanza del suo patrimonio boschivo.

Ma quanto è sostenibile questo sfruttamento energetico per il bosco? E che dire, poi, sulla questione delle polveri fini? A questi e altri interrogativi risponde, nel VIDEO in apertura di questo articolo, Claudio Caccia, rappresentante dell'organizzazione Energia legno Svizzera.

Con lui facciamo il punto su una risorsa che ha senz'altro una sua precisa collocazione, nel quadro delle tante sfide che la Svizzera è chiamata ad affrontare in funzione della Strategia energetica 2050.