guarda video corporate

Una storia iniziata nel 1951 che continua fornendo ai nostri clienti
fonti di energia rinnovabile, pulita e al servizio dell’ ambiente.

Con CARBOTERMO
il 110% si realizza
anche quando il cappotto
non è possibile
oppure non è sufficiente

CONTATTACI! ufficio.commerciale@carbotermo.it

attestazioni e certificazioni

La Carbotermo S.p.A. è una Società in possesso di attestato di qualificazione alla esecuzione di lavori pubblici ai sensi del DPR207/2010 e di certificazione dei sistemi qualità, ambiente, sicurezza ed energia rilasciata da Enti accreditati , ad evidenza che la gestione delle attività aziendali e delle modalità di prestazione dei servizi e di progettazione e installazione di impianti tecnologici sono effettuate in conformità ai criteri stabiliti dalle norme internazionali di riferimento.

Attestazione di qualificazione alla esecuzione di lavori pubblici rilasciata ai sensi del DPR 207/2010

Sistema di Gestione per la Qualità

Fornitura e Distribuzione di Pellet di legno certificato, classe di qualità A1 e A2

img

Carbotermo S.p.A.

è sempre in contatto con te,
se sei cliente o se vuoi diventarlo.

Richiedi un preventivo
ti contatteremo noi in poche ore

richiedi preventivo

pronto intervento

Il servizio di Reperibilità
e Pronto Intervento
viene assicurato 24 ore su 24
per 365 giorni all'anno

02.30.82.444

News
ll Consiglio di Stato ha censurato una decisione con cui nel 2018 la Lombardia aveva vietato tout court la sostituzione di caldaie a gas naturale con caldaie a biomassa
 venerdì 22 gennaio 2021

Staffetta Petrolifera - Staffetta Quotidiana - 18 Gennaio 2021 - pag.10

ll Consiglio di Stato ha censurato una decisione con cui nel 2018 la Lombardia aveva vietato tout court la sostituzione di caldaie a gas naturale con caldaie a biomassa

Il futuro dell’Europa non può più prevedere i combustibili fossili: a dirlo è il presidente della Banca europea per gli investimenti (BEI), Werner Hoyer, che mercoledì 20 gennaio ha presentato i risultati della Banca per il 2020.
 venerdì 22 gennaio 2021

euractiv.it - Section - Energia e Ambiente - News

Il futuro dell’Europa non può più prevedere i combustibili fossili: a dirlo è il presidente della Banca europea per gli investimenti (BEI), Werner Hoyer, che mercoledì 20 gennaio ha presentato i risultati della Banca per il 2020.

Il ‘carbon border charge’, la tassa che dovrebbe pagare chi importa entro i confini comunitari prodotti la cui impronta carbonica è maggiore rispetto a quella delle controparti europee, è essenziale per la sopravvivenza delle industrie del continente, e l’Unione è decisa a introdurli a meno che i paesi concorrenti non si impegnino a ridurre le loro emissioni di CO2: lo ha spiegato lunedì 18 gennaio Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione e responsabile della politica climatica dell’UE.
 giovedì 21 gennaio 2021

euractiv.it - Section - Cambiamenti Climatici - News

Il ‘carbon border charge’, la tassa che dovrebbe pagare chi importa entro i confini comunitari prodotti la cui impronta carbonica è maggiore rispetto a quella delle controparti europee, è essenziale per la sopravvivenza delle industrie del continente, e l’Unione è decisa a introdurli a meno che i paesi concorrenti non si impegnino a ridurre le loro emissioni di CO2: lo ha spiegato lunedì 18 gennaio Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione e responsabile della politica climatica dell’UE.

Il nuovo studio della IEA sulle emissioni di CH4 associate alle attività oil & gas.
 mercoledì 20 gennaio 2021

qualenergia.it - Articoli

Il nuovo studio della IEA sulle emissioni di CH4 associate alle attività oil & gas.